Ferraresi #2

Secondo appuntamento con la “street photography” tra le vie di Ferrara.

Stupito

Lavori in corso

_DSC4788

_DSC4759

Annunci

Ferraresi #1

Questo sarà il primo di una serie di post sul nuovo progetto fotografico che intendo sviluppare nei prossimi mesi.

Obbiettivo del progetto è ritratte i ferraresi, abitanti vecchi e nuovi della città in cui vivo e che amo e che è spesso, a parer mio ingiustamente, accusata di essere una città noiosa, priva di stimoli e nella quale non accade nulla di interessante. E’ mia opinione che al contrario, Ferrara sia una città che unisce storia, integrazione e una grande attenzione alla cultura. Ho deciso così di spendere qualche mese in un progetto di “street photography” tra le strade e i vicoli della città estense per raccontare le storie dei suoi abitanti!

Il primo scatto è stato una sorpresa. Era una giornata piovosa, passeggiavo per Via Mazzini, una delle arterie pedonali adibite allo “struscio” pomeridiano, quando da un piccolo bar esce un signore dall’aspetto bonario e si accende un sigaro toscano, un momento chiaramente da tempo atteso!

Image

Il secondo scatto è al volto di un tassista illuminato dal tablet…

Image

…e a una bella famiglia a passeggio per un vicolo poco illuminato in Piazza Duomo…

Image

Ferrara Buskers Festival 2013

Anche quest’anno è appena concluso il Ferrara Busker Festival arrivato alla 26° edizione. Il Festival è una delle maggiori manifestazioni al mondo dedicata alla musica e agli artisti di strada. Nata nel 1988, la manifestazione ha lo scopo di valorizzare la figura del “busker” le cui esibizioni limitate da leggi sempre più restrittive in tutto il mondo.

Il Busker Festival è anche una bellissima occasione per fotografare gli artisti e la città con un’atmosfera certamente insolita. La modesta, calma e borghese Ferrara si anima per due week end di luci, colori, suoni e persone cariche di energia. Anche se gli artisti iniziano ad esibirsi nel pomeriggio, è al calare del sole che la manifestazione dà il meglio di se. Ciò comporta che fotografare non è per nulla semplice perché l’illuminazione è spesso scarsa e dominata da una luce giallognola che diventa arancione sui mattoni ferraresi. Ho scelto comunque il colore per questa serie di scatti, cercando di avvicinarmi il più possibile agli artisti con 20 2.8 o con il 50 1.4. Per mantenere dei tempi di scatto abbastanza rapidi ho quasi sempre scattato a ISO variabili da 1600 a 2000, intimidito dall’alzarli ulteriormente, in realtà avrei potuto senza che il risultato ne risentisse.

Così ci si trova immersi nella folla, ai piedi di un campanile rinascimentale, cercando di capire da dove proviene il suono di un pianoforte! E’ quello del “Piano fuori posto” che ogni sera suona in un angolino diverso della città, contribuendo a creare atmosfere emozionanti.

DSC_1673

Non ci sono solo i musicisti anche pittori.

DSC_1686

DSC_1694

La pizzica infiamma la piazzetta di fronte al Cinema Apollo!

DSC_0023_0001_Film Efex_ Modern (CEP 4)

DSC_1866

DSC_1878

DSC_1896

DSC_1724

DSC_1968

DSC_1967

DSC_1986 copia

DSC_1923

DSC_2176picc

DSC_1702

DSC_1941

Bellezza rinascimentale

PALIO DI FERRARA (Italia) Maggio 2011

Lo scatto di oggi vuole prendersi una piccola pausa dai luoghi lontani, sperduti e freddi…E’ una foto recuperata mentre facevo un po’ di ordine nell’archivio. Penso che la cosa più difficile per chi è appassionato di fotografia sia di fare scatti emozionanti dei luoghi per lui comuni. Così mi capita per Ferrara, la città in cui vivo. Nonostante sia bellissima, piena di bellezze culturali, parchi e spunti fotografici mi trovo sempre a pensare alle mie foto come “cartoline” e non sufficientemente cariche di sentimento ed originalità. Tuttavia, per una settimana l’anno, Ferrara si anima per lo storico Palio, il più antico d’Italia. Le varie contrade si sfidano animosamente nelle competizioni tra sbandieratori, nelle corse di putti (ragazzi), putte (ragazze), asini e, ovviamente, con bellissimi cavalli purosangue. Ma una delle manifestazioni più fotogeniche è sicuramente la sfilata nei tradizionali costumi rinascimentali per la stupendo viale di Ercole I D’Este che da Piazza Castello raggiunge le mura cittadine. Musici e sbandieratori accompagnano principi e nobildonne. Ci sono le cortigiane, le balie, gli armigeri e persino il boia. Durante la sfilata sono rimasto colpito dall’eleganza e dalla bellezza di questa ragazza, il cui sguardo si celava dietro un sottile velo, esaltandone il sorriso. Sto ancora cercando uno scatto di Ferrara che sia diverso, emozionante e intimo ma nel frattempo la mia ricerca riesce, a volte, ad emozionarmi.

Ciao