Running on the edge

Running on the edge, Marocco, Gennaio 2011

La prima impressione del deserto ti toglie il fiato. Lo scorso Gennaio ero in Marocco, un viaggio di 10 giorni da Fez a Marrakech passando per la catena dell’Atlante con 3 notti nel deserto. La notte dell’ultimo dell’anno mi trovavo all’Erg Chebbi, un gruppo di dune fossili a forma di fagiolo al confine con l’Algeria. Montate le tende e avviato i preparativi per i festeggiamenti, ho intrapreso una camminatata di un paio d’ore verso la cima della duna più alta.

La prima impressione del deserto ti fa sentire davvero piccolo. La forma delle dune, il sole del tramonto che ne disegna i bordi taglienti, là dove si incontrano la luce e l’ombra…una sensazione quasi metafisica. Ho cercato di isolarmi, di inquadrare e fotografare la “duna perfetta”. Non era facile, troppe persone, tra cui uno scalmanato gruppo di motociclisti tedeschi, si erano riunite per l’ultimo dell’anno. Tuttavia, giunto in cima alla duna, mi accorgo che alcuni ragazzini del posto si divertivano a correre lungo il bordo della duna, per poi tuffarsi rotolando nella sabbia. E’ lo scatto che cercavo…

Ciao

ENGLISH VERSION

The first impression of the desert takes your breath away. Last January I was in Morocco, a 10 days journey from Fez to Marrakech through the Atlas belt and three nights sleeping in the desert with tends. New Year’s Eve I was in the Erg Chebbi, a group of kidney-shaped fossil dunes close the Algerian border. Prepared the camp, I started a walk of few hours to the top of the highest dune.

The first impression of the desert makes you feel really small. The shape of the dunes, the setting sun that draws sharp edges where they meet the light and shadow… it is almost metaphysical. I tried to isolate myself, to find and photograph the “perfect dune”. It was not easy, too many people, including a noisy group of German motorcyclists, had gathered for the last day of year. However, reached the top of the dune, I saw that some local kids had fun running along the edge of the dune, and then dive, rolling into the sand. That was the shot I was looking for…

Hello

Annunci

4 pensieri riguardo “Running on the edge

  1. Grazie Danicor. Sei la prima persona che lascia un commento, perciò può darsi che ti chiederò qualche consiglio. Non sono molto pratico di wordpress.

    Vorrei fare del blog proprio questo, un luogo virtuale in cui discutere, commentare e confrontarsi sul mondo, attraverso le immagini.

    Grazie ancora, spero continuerai a seguire il blog!

    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...